img-20190617-wa0000-5030.jpg

TERMINATI I CAMPIONATI DEL MONDO SAVATE COMBAT 2019 SVOLTI IN TUNISIA

TERMINATI I CAMPIONATI DEL MONDO SAVATE COMBAT 2019 SVOLTI IN TUNISIA

17 giugno 2019

Terminati i campionati del mondo 2019 di savate combat svolti in Tunisia dal 12 al 16 Giugno a cui ha partecipato la Nazionale Fight1 sponsored by Boxeur des Rues. Ecco l’ analisi del CT. Zini Alessandro:

“E' stato un campionato molto intenso ed impegnativo il quale ha messo a dura prova i nostri Azzurri.

Partendo dal presupposto che tutti i ragazzi/e hanno onorato il campionato vorrei spendere qualche parola per ogni singola prestazione: nei 70 kg Giuseppe Barbaro ( Team Iaia) viene penalizzato da una assurda ed immeritata squalifica contro un atleta Croato dopo soli 40 secondi da inizio match nel quale, peraltro, era parte dominante!

Nella categoria pesi massimi Giuseppe Mongiardino (TMB Toulose) campione europeo in carica, contro l’ atleta Serbo viene colpito da un colpo a freddo al viso che purtroppo lo penalizza impedendogli di proseguire il torneo.

Ma veniamo alle ragazze:

Elisa Barbini (Mameli) nei 52 kg affronta come prima avversaria la fortissima atleta Giapponese leader indiscussa della categoria, pur uscendo sconfitta affronta il match senza indugi scambiando colpo su colpo. Purtroppo la pool non le permette di andare avanti nel torneo.

Sofia Cavallo (TMB Pavia) nei 60 kg vince il bronzo ma avrebbe meritato una medaglia di metallo più preziosa, dopo due mach (uno vinto ed uno perso) affronta l' atleta Francese riuscendo ad imporre la sua Savate , ma la giuria con un verdetto a dir poco ingiusto dà la vittoria all’ atleta Francese.

L’ atleta Chiara Vincis (team Scaramozzino nella foto con Zini e Scaramozzino) 56 kg in estrema sintesi una "Furia"!! Affronta da subito il campionato con  la giusta mentalita' e determinazione. Vince e convince tutti i suoi incontri guadagnandosi una strameritata finale! Perde solo, con verdetto a parere mio dubbio  ‘l incontro con la forte atleta Francese che rincontrera' comunque in finale tra qualche mese.

L'atleta Savonese allenata dal maestro Scaramozzino Andrea ha realmente tenuto una performance di altissima intensita' e concentrazione per tutta la competizione . Davvero una grande soddisfazione per la Savate made in Italy!!

In conclusione tra pool complesse, sorteggi sfavorevoli, favorevoli, infortuni terminiamo questa edizione dei mondiali con la consapevolezza di avere un gruppo di atleti all’ altezza di tale evento, e per questo mi complimento con tutti loro!!!”

Categoria: News






TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI