pubblico

SPETTACOLO A PESCARA CON “FIGHT CLUBBING INTERNATIONAL CHAMPIONSHIP”

SPETTACOLO A PESCARA CON “FIGHT CLUBBING INTERNATIONAL CHAMPIONSHIP”

21 maggio 2018

di Gianmario Girasole

Di solito è molto difficile eguagliare un grande successo di pubblico e di qualità, ma Fight Clubbing International Championship quest’ anno c’ è riuscito in pieno proponendo una card veramente d’ eccezione e soprattutto un pienone di pubblico (nella foto) che ha ampiamente superato la fatidica quota 2000, che l’ anno scorso aveva caratterizzato l’ ultima edizione dello show, superando sicuramente le 2600 presenze.

I meriti vanno ripartiti fra gli organizzatori Andrea Sagi, Fabio Bindi, Maurizio D’ Aloia e Marco Molisani, che hanno lavorato con grande professionalità ed abnegazione potendo contare su uno staff di prim’ ordine, i cui compiti erano ripartiti in modo perfetto e hanno fatto sì che la macchina non si inceppasse mai potendo raccogliere un grande applauso da pubblico e istituzioni, oltre che dalle guest star d’ eccezione come Alessio Sakara, Fabio Siciliani e i due fratelli campioni Giorgio e Armen Petrosyan.

 

UNA GIRANDOLA DI MATCH CON GRANDE PATHOS ED EMOZIONI

Nella card erano compresi 5 match che mettevano in palio titoli o che erano valevoli per le Selezioni Oktagon, oltre ad alcuni prestige fight di caratura internazionale che hanno nobilitato questo show.

Bella vittoria per Mattia Solarino contro Patrizio Piscitelli, che testimonia l’ ormai grande livello raggiunto dall’ atleta allenato dai Petrosyan; dopo 3 round di scambi potenti, in cui Piscitelli comunque non sfigura affatto, Solarino trova la conclusione verso la fine della quarta ripresa facendo contare l’ avversario una prima volta e poi trovando il definitivo k.o.

La finale di Oktagon della categoria dei 54 kg vede di fronte Chiara Vincis e Miriam Vivarini, che mostra un’ ottima preparazione e una grande voglia di vincere; la Vincis però è un martello e round dopo round impone il suo ritmo che la porta ad una giusta affermazione.

Spettacolare il match di muay thai valevole per il titolo italiano, con Musarò che parte bene e si aggiudica la prima ripresa; Antonio Gicco però non sta a guardare e comincia il secondo round in maniera prepotente cercando la soluzione definitiva che viene però trovata da Musarò che ferisce l’ avversario e trova la vittoria per intervento medico; molto bravo l’ atleta guidato da Fabio Siciliani ma veramente sfortunato Gicco, valido atleta non nuovo a soluzioni di questo genere.

Appassionante e tirato il confronto che proponeva la rivincita fra Sveva Melillo e Federica Sbaraglia; le due atlete danno vita ad un grande match, con scambi ripetuti di colpi senza risparmiarsi per nulla, e il risultato sembra andare in direzione dell’ una per poi spostarsi verso l’ altra talmente appare equilibrato questo confronto.

Alla fine il verdetto premia Sveva Melillo, autentica rivelazione quest’ anno, ma Federica Sbaraglia non è da meno e certamente saprà riproporsi a quei livelli a cui ha abituato tutti i suoi supporter vincendo le prove che le si porranno davanti.

 

IL TEAM HENNION SPICCA NEI PRESTIGE FIGHT

Due confronti d’ eccezione caratterizzavano la card in quanto proponevano due sfide fra i nostri atleti e due fighter francesi del celebre Team Hennion, autentica fucina di campioni; nel primo match grande muay thai espressa da Ivano Siviero e Mohssin Chouikh, con il francese alla fine vincitore ai punti e autore di una grande prova ma con Siviero che mai si sottrae alla lotta e che con una preparazione più assidua e completa potrà certamente dire la sua in futuro.

Nell’ altro incontro inizio al fulmicotone per Nando Calzetta contro Ayoin Kukuc; il confronto è vibrante, con il francese che incassa bene alcuni potenti colpi di Nando, che però a fine primo round subisce un gancio micidiale d’ incontro che spegne tutte le sue velleità causandogli un terrificante k.o

Nell’ altro prestige fight bel confronto fra Mattia Buccella e Alfredo Denis che non si risparmiano duri colpi e alla fine il risultato di parità premia entrambi gli atleti.

 

ANCHE LE MMA NON TRADISCONO LE ATTESE

Attesa anche per le MMA che nella splendida gabbia allestita dagli organizzatori concludevano questa bella giornata di sport con 3 confronti che si concludevano abbastanza velocemente a causa del valore degli atleti vincitori, che erano rispettivamente Colangelo, Lapicus e Radu.

Michele Colangelo vinceva abbastanza agevolmente per k.o.t nel primo round contro Angelo Marchesani, così come Maxim Radu che batteva Borko Stojanovic; Iuri Lapicus vinceva dopo circa un minuto contro Salem finalizzandolo con una ghigliottina e continuando così la sua scalata ai vertici italiani delle MMA.

Bellissimo il match valevole per il titolo italiano che metteva di fronte Davide Di Deo e Luca Armetta; sono stati 3 round di grande spettacolo e incertezza, con entrambi i fighter che si alternavano in posizione dominante mentre nell’ ultima ripresa Armetta dava un’ accelerata e alla fine il risultato lo premiava giustamente.

Finiva così nella maniera migliore questa grande giornata di sport e combattimenti, che ha visto oltre allo show tecnico anche la presenza del presidente FIGHT1 e promoter Carlo Di Blasi che ha salutato la vittoria dei fighter che si sono distinti maggiormente, dando a tutti l’ appuntamento per Bellator, il megashow romano di sabato 14 luglio che unirà tutti gli amanti di queste discipline in un grande momento che costituirà l’ appuntamento più importante a livello europeo.

Per ora diamo il giusto riconoscimento agli organizzatori di “Fight Clubbing International Championship”, e l’ unica parola che ci viene in mente è “Chapeau!”.

 

RISULTATI

FCR 65 KG Buccella (Fight  Clubbing D’ Aloia) vs Denis (Team Raini) match pari

SEL. OKT 70 KG Solarino (Leone Petrosyan) vs Piscitelli (Fight Gym Larciano) vince Solarino per k.o 4° round

MT 60 KG Siviero (Officina 84) vs Chouikh (Team Hennion) vince Chouikh ai punti

FIN. OKT 54 KG Vivarini (Fight Clubbing D’ Aloia) vs Vincis ( K.B Savona) vince Vincis ai punti

TIT. ITA MT 75 KG Musarò (Oltrecorpo) vs Gicco (Seconds Out) vince Musarò per int. med. 2° round

FCR 70 KG Calzetta (Fight Clubbing D’ Aloia) vs Kucuk (Team Hennion) vince Kukuc per k.o 1° round

FCR 59 KG Sbaraglia (Fight Clubbing D’ Aloia) vs Melillo Centurione Klan) vince Melillo ai punti

MMA 77 KG Marchesani (American Top Team) vs Colangelo (Wolf Temple) vince Colangelo per k.o.t 1° round

MMA 70 KG Radu (Dojo Miura) vs Stojanovic (Team Stojanovic) vince Radu per k.o.t 1° round

MMA 77 kg Lapicus (Leone Petrosyan) vs Salem vince Lapicus per finalizzazione 1° round

TIT. ITA. MMA 65,8 KG Di Deo (Fight Clubbing D’ Aloia) vs Armetta (Fight Club Firenze) vince Armetta ai punti

Categoria: News






TIENI ALTA LA GUARDIA E SEGUICI